giovedì 14 agosto 2008

Newsweek promuove Berlusconi e boccia l'opposizione. Il Centro Sinistra berlusconizzato nella sua versione fallimentare


Spesso ho segnalato articoli di giornali stranieri che bocciavano sonoramente Berlusconi, ora invece dall'America arrivano dei complimenti e per la correttezza informativa ritengo sia giusto riportarlo. Newsweek parla di "miracolo in 100 giorni", mi sembra un tantino esagerato ma evidentemente gli analisti di quel settimanale hanno visto lavorare bene il governo Berlusconi.

In sintesi gli americani hanno detto che il Cavaliere piace poiché uomo forte (alla Putin? o alla Blair?), decisionista e per questo gli perdonano anche provvedimenti discutibili come il lodo Alfano. Gli italiani sarebbero in cerca di una guida e secondo il periodico americano l'avrebbero trovata in Berlusconi. Personalmente non concordo, ma prendo atto di questa analisi.

Non concordo in primis sull'uomo Berlusconi prima che sul suo operato. Personaggio troppo discutibile per essere simbolo di un'Italia che vorrebbe rinascere. C'è da dire però che di uomini politici italiani che si sono sporcati le mani ce ne sono parecchi e in questo caso Berlusconi diventa solo "uno dei tanti" che nel marasma della corruzione dilagante italiana non fa più neppure notizia.

Continuo a sostenere che il principale alleato e sponsor di Berlusconi sia stato il Centro Sinistra, con la sua accozzaglia di partiti, senza una linea guida, dove bisognava mediare anche per decidere su quale orario andare al cesso. Evidentemente gli italiani si erano rotti le palle e hanno scelto lui, il popolo è sovrano e l'elettore ha sempre ragione (così si dice).

Per analizzare l'operato del Governo Berlusconi ci vorrà del tempo, ora è un pò presto e le misure adottate non possono essere già storicizzate.

Sicuramente alcune mosse del governo sono state apprezzate sia dai cittadini che da alcuni analisti: in primis il problema rifiuti a Napoli, fino ad arrivare ad alcune scelte economiche di Tremonti.

Dato atto che pare i rifiuti siano spariti, per la manovra di Tremonti preferirei aspettare per esprimermi: indubbiamente ha fatto una scelta indovinata optando per una manovra triennale, evitando il casino autunnale degli emendamenti e controemendamenti; bisognerà poi verificarne gli effetti.

Sono un sostenitore del bipolarismo, ora governa il Centro Destra e da italiano mi auguro possa fare del bene a questo paese. Ripeto, è troppo presto per trarre una qualsiasi conclusione.

Totalmente d'accordo con Newsweek invece, per quanto riguarda il giudizio sull'opposizione: "fallimentare"; il PD è un partito che non sta in piedi, semplice somma algebrica di due entità precedenti che hanno l'unico interesse di scornarsi per accaparrarsi poltrone e denari. Dicevano che non ci sarebbero state correnti all'interno del partito, infatti ci sono solo tifoni e non si capisce più chi comanda, chi fa cosa e perché. Dev'essere una prerogativa della Sinistra (o centro Sinistra) italiana, quella di non essere d'accordo su nulla. Penso che non esista in nessun'altra parte del mondo un movimento che non trova una sinergia che si una, in nessun argomento. L'imperativo è sempre il solito: "disaccordo su tutto".

Con una Sinistra così il Berlusconismo (che ha invaso totalmente non solo il paese ma pure il centro sinistra che paradossalmente talvolta è più berlusconiano di Berlusconi stesso!) avrà campo libero per parecchio tempo.

4 commenti:

Andrew ha detto...

Ciao Nicola!

anche io ho pubblicato una cosa simile. Inoltre anche la polemica riguardante Famiglia Cristiana e il governo. Vieni a dare pure un occhiata

Buona giornata!

maurysto ha detto...

Articolo apprezzabile per contenuto e per obiettività.

Hai dimostrato un raro equilibrio.
Raro perchè difficilmente si leggono giudizi così obiettivi da parte tua su Berlusconi.

Saluti e Buon Ferragosto.

Bufalo ha detto...

Concordo con il giudizio pessimo sul centro sinistra.

Non concordo con gli entusiasmi su Berlusconi. Penso che, rifiuti a parte (forse), finora il governo sia alquanto fallimentare, soprattutto in politica economica (quella per la quale provo maggiore interesse).

Susy Specchi ha detto...

Siamo due artisti che creano mediante Second Life.
La madre di tutti i problemi della nostra Italia è come è sempre stata gestita l'informazione, secondo noi.
Abbiamo cercato di rappresentare questo problema realizzando questo video sull'informazione e la libertà in Italia.

"Virtual Information versus Real Information: speciale di TELE :-(" Il video è disponibile qui

(uno dei "commentatori":-) del TG di TELE:-( è Sabina Guzzanti)

SPECCHI E SECOND LIFE

Un caro saluto

Neupaul Palen aka Paolo Palmacci
&
Papper Papp aka paola Pandolfini

TELE :-(