giovedì 15 dicembre 2011

Monti ai politici: perché non l'avete fatta voi la manovra? eh già, chissà perché.

Forse perché invece che perseguire gli interessi pubblici, hanno pensato a perseguire quelli privati?
Forse perché si è pensato più agli interessi delle corporazioni, piuttosto che a quelli di tutti?
Forse perché ci si ricorda di qualcuno e ci si scorda di altri?
Forse perché in Italia la politica piuttosto che una mission pubblica è per alcuni un posto dove vivacchiare e guadagnare a spese dei contribuenti?
Forse perché molti politici sono interessati ai privilegi della politica, piuttosto che a cosa la politica dovrebbe fare nell'interesse della collettività?
Forse perché in Parlamento ci sono molti tra condannati e indagati per reati vari?
Forse perché i parlamentari non li abbiamo scelti noi, ma li hanno scelti i partiti e ce li hanno presentati a pacchetto?
Forse perché in Italia è più importante essere furbi, piuttosto che giusti o bravi?
Forse perché la politica, perlopiù quando ha fatto i suoi interessi, è a posto?
Forse perché la visione del futuro di certi politici italiani non va oltre al mezzogiorno della loro giornata?
O forse era semplicemente per questo?



Se ti è piaciuto questo articolo, seguimi su twitter o condividimi su facebook (puoi farlo con i tasti che trovi sulla home page), oppure unisciti gratuitamente con google friend connect o iscrivendoti ai miei feed. Grazie!

10 commenti:

nino p. ha detto...

Già!! Forse è proprio per tutto questo! Anzi... sai che facciamo? Togliamolo quel forse!!

Lorenzo ha detto...

A volte rimango basito.
Ma che domanda è chiedere ai politici perché hanno sperperato i soldi dello Stato.
La risposta è ovvia, per essere VOTATI.
Un politico che scontenta gli elettori non viene eletto.
Un politico che non ha "amici" tra imprenditori e dirigenti pubblici non viene eletto.
E via via.

Ma la cosa insopportabile è leggere l'Italiano medio che se ne tira fuori. Come se i soldi sperperati dai politici non fossero finiti a cascata nelle tasche degli "Italiani medi". Come se i 140 mila dipendenti della Regione Sicilia non dovessero ringraziare Picone per la grazia ricevuta.

Eh, non ne usciremo mai.
Popolo di cialtroni, guitti e malfattori.

fcoraz cognome ha detto...

Il governo Monti rappresenta gli interessi dei grandi capitali (ivi compresa la Chiesa Cattolica) e applica tutti i dettami del "miglior" liberismo darwiniano, e quindi si sta applicando per aumentare la pressione fiscale su chi già paga le tasse, senza intaccare inoltre gli interessi di caste e corporazioni. Piccolo dettaglio, lo fa grazie ai voti parlamentari della (pseudo) sinistra, la quale confonde il risanamento dei conti pubblici con la macelleria sociale.

Ernest ha detto...

perchè non sono nemmeno politici quelli... ma affaristi.

Linea Gotica ha detto...

credo che per giudicare un governo, serva tempo, non basta analizzare una manovra o giudicarne 20 giorni di carica.
vediamo.

Anonimo ha detto...

Ha ragione Linea Gotca

andrefu ha detto...

Secondo me è stato l'insieme tra il non voler fare perchè ben altre erano le impellenze del governo B. IV e perché il mantenimento del consenso era più importante di qualunque altra cosa, e il non sapere cosa fare per manifesta incapacità. Ma ciò che non sopporto è vederli ora andare in tv a parlare da opposizione e dare ricette che loro in 3 anni e mezzo non hanno mai neanche cercato di fare. Troppo comodo. La storia spero sia giudice per questi personaggi.

Linea Gotica ha detto...

@andrea: concordo assolutamente con te. Purtroppo però temo che la storia degli "itagliani" non sarà giudice per questa gente, poiché certi "itagliani" hanno interesse ad avere memoria corta o a dimenticare tutte le nefandezze che sono state perpetrate, poiché anche loro interessati al perseguimento di interessi privatistici piuttosto che quelli pubblici.

Mary ha detto...

ciao! come va? sono artemisia di splinder, approdata anche io su blogspot! :D
ti andrebbe di aggiornare il mio link? al più presto faccio lo stesso con il tuo! GRAZIE!!

Linea Gotica ha detto...

ciao artemisia! aggiornato nella blogroll.