mercoledì 27 luglio 2016

Troppo semplicistico scaricare le responsabilità delle religioni nei conflitti

Ho letto le dichiarazioni di Papa Bergoglio secondo cui "Le religioni, tutte le religioni, vogliono la pace. La guerra la vogliono gli altri". Una visione fin troppo semplicistica la quale, soprattutto, cozza con la Storia. Senza dilungarsi in un'analisi storica delle guerre di religione, stiamo al presente: è in atto, da secoli, una guerra all'interno dell'islam tra sunniti e sciiti. Se Bergoglio ritiene non esserci alcun attacco nei confronti dei cattolici, lui ne è il comandante e responsabile, la gestirà nei modi che ritiene opportuni. Quello che dovrebbe interessare principalmente a noi è l'attacco ai valori democratici e liberali che gli estremisti islamici hanno messo in atto nei confronti della società occidentale. Un attacco pericoloso che potrebbe portare a uno scontro di civiltà, anche a causa dell'incapacità di gestione della problematica da parte delle attuali classi dirigenti.
Per quanto riguarda Bergoglio, farebbe meglio a ragionare sulle responsabilità delle religioni, senza scaricare il tutto ad altri.