lunedì 14 novembre 2016

Divina Commedia: scoperto girone dell'inferno dove i sondaggisti, per contrappasso, azzeccano tutte le previsioni


Era un passaggio della Divina Commedia su cui gli studiosi lavoravano da tempo per capirne il significato. Ora, anche alla luce dei recenti accadimenti politici, pare essere arrivata la giusta interpretazione: si tratterebbe infatti di sondaggisti politici dell'epoca con cui Dante aveva avuto a che fare. Nel 1289 la Battaglia di Campaldino era data per certa ai Ghibellini con un buon 55%, Dante decise di parteciparvi per semplice spirito sportivo ma, con stupore, ne uscì vittorioso. Ma la grande delusione non tardò ad arrivare: i medesimi sondaggisti lo tranquillizzarono oltre il dovuto sulle enormi possibilità di vittoria dei Guelfi Bianchi sui Neri nella contesa per Firenze del 1301. Dante era così tranquillo che decise pure di ristrutturare casa beneficiando del bonus al 50% promesso dal podestà dell'epoca Gabrielli. Non fece in tempo a finire di pagare le rate del mutuo, che fu condannato al rogo e la casa rasa al suolo. 
Cosicché, non senza un pizzico di vena polemica, decise di collocare i sondaggisti nell'ottavo cerchio, nella bolgia dei maghi e indovini dove, per contrappasso, azzeccavano tutti i pronostici, anche di lungo periodo. Secondo Tiresia infatti, l'Inter non andrà in Champions neanche quest'anno.