sabato 24 dicembre 2016

Corpo Bandistico Roveroni: concerto di Natale 2016 al Teatro Mentore di Santa Sofia

Un breve poutpourri di brani suonati dalla Banda Roveroni al tradizionale concerto di Natale tenutosi venerdì 23 dicembre al Teatro Mentore di Santa Sofia (FC)

venerdì 23 dicembre 2016

Il sistema di sicurezza italiano

(immagine sito Pixabay)

Il sistema di sicurezza italiano, nonostante le tante denigrazioni che si trovano spesso su giornali e web (siamo uno dei popoli che meglio si auto denigra, probabilmente in questo primeggiamo), è tra i più efficienti che ci siano nelle democrazie occidentali. Un sistema che si è forgiato nel dopoguerra, che ha affrontato e sconfitto il terrorismo interno, che ha a che fare da decenni con alcune delle organizzazioni criminali più pericolose ed efferate del mondo. Un sistema molto efficace ed efficiente, checché ne dicano i "barzellettieri" e "denigratori" nostrani.
Ho avuto la fortuna di prestare servizio nell'Arma dei Carabinieri, dove ho conosciuto gente molto preparata e motivata. Non voglio farne un'esaltazione "tout-court", si tratta di gente "normale", con le proprie storie di vita normali, che nella stragrande maggioranza dei casi fanno con serietà e dedizione il proprio lavoro.
Spesso mi capita di leggere commenti disarmanti sul web che, sinceramente, non meritano risposta. C'è gente migliore in questo paese, di certi commentatori da tastiera.
Nei giorni scorsi qualche politico aveva "criticato" la scelta di impiegare l'esercito in operazioni di sicurezza interna, preferendo, non senza una certa demagogia, l'assunzione di giovani agenti di polizia locale (con quale preparazione in materia di sicurezza non è dato a sapersi). Anche l'esercito fa parte di quel sistema di sicurezza.
Ora serve una risposta forte anche della Magistratura che, come segnalato in un suo articolo da Panebianco, rischia di essere l'anello debole del sistema. Una Magistratura che dovrebbe essere chiamata a una maggiore responsabilità nel suo operato, anche mediante una Riforma del sistema giustizia di cui si sente francamente sempre più bisogno.
Tutte le volte che ci si lamenta (spessissimo a sproposito) dell'operato delle Forze dell'Ordine, ricordiamo sempre che per ogni agente di Polizia, Carabiniere, Finanziere, Esercito, ecc. che vediamo, ce ne sono centinaia che non vediamo direttamente operare: agiscono in modo discreto, invisibile, e sanno quello che fanno.

Banda Roveroni: concerto di Natale al Teatro Mentore di Santa Sofia


Questa sera alle ore 20.30 al Teatro Mentore di Santa Sofia ci sarà il tradizionale concerto di Natale del Corpo Bandistico Roveroni.
Sono vari i motivi per cui vale la pena assistere a questo concerto:
- Un repertorio per tutti i gusti e le età, che spazia dalla musica classica al jazz, dalle musiche popolari a quelle moderne, senza tralasciare la tradizione bandistica;
- Gli arrangiamenti originali del Maestro Massimo Bertaccini;
- Un Corpo Bandistico che sarà composto da oltre 40 elementi;
- L'ottima acustica del Teatro Mentore;
- La passione e l'impegno di tutti i Bandisti della Roveroni.
Vi aspettiamo questa sera alle ore 20.30, con una sorpresa iniziale.

mercoledì 21 dicembre 2016

L'attenzione dei media su Roma, Movimento 5 Stelle e Raggi

(immagine sito Pixabay)

Leggendo sul web si leggono commenti di vario tipo sui fatti che riguardano l'amministrazione capitolina, con persone che si "meravigliano" dell'attenzione agli eventi accaduti negli ultimi 6 mesi a Roma
Dal mio punto di vista non c'è da "meravigliarsi", per un paio di motivi:
1) Il valore notizia di ciò che succede nella capitale è elevato e non paragonabile a ciò che succede in altre città italiane;
2) Il valore notizia di ciò che succede nella più importante amministrazione di uno dei principali movimenti/partiti politici italiani è elevato, soprattutto per il fatto che è la prima esperienza amministrativa di rilievo, quasi una sorta di prove generali per un possibile governo nazionale.
3) Il valore notizia relativo a questioni riguardanti un'amministrazione guidata dal Movimento 5 Stelle, il cui movimento da anni porta avanti forti attacchi alle altre forze politiche, è per forza elevato: se tu attacchi fortemente gli altri, non puoi pensare che quando ti troverai ad amministrare tu possa godere di "sconti" anzi, avrai ancor più da dimostrare. Se si accusano gli altri di incapacità (o peggio), poi bisogna dimostrare coi fatti le proprie di capacità, altrimenti le critiche, anche dure, saranno inevitabili. 

Governare, amministrare, è molto più difficile che criticare. Ora che i 5 Stelle ricoprono incarichi amministrativi importanti, dimostrino di avere un'adeguata capacità di pars construens. Altrimenti si rimane in quella che la scienza politica definisce "irresponsabilità politica dei partiti anti sistema", che possono portare forti critiche sapendo che non avranno posizioni di governo.
Ora che i 5 Stelle amministrano, dimostrino coi fatti che, oltre alla destruens, hanno capacità di construens.

martedì 20 dicembre 2016

Non ci si deve "rassegnare" a convivere col terrore


Spesso sentiamo dire che il terrorismo non deve cambiare il nostro stile di vita, altrimenti i criminali terroristi avrebbero raggiunto il loro scopo. Ma neanche dobbiamo “abituarci” né tantomeno "rassegnarci" a vivere nel terrore. Il terrorismo va combattuto con forza: non è la prima volta nella storia che si fronteggia e non sarà l'ultima. Gli Stati e le Istituzioni internazionali, devono operare in modo coordinato e "fermo", per arginare e debellare questo fenomeno. La crisi di valori (dei suoi valori fondanti) che vive l'occidente rischia di minarne la solidità politica, travolta da un mix di populismi xenofobi e buonisti che, come già scritto, si alimentano a vicenda. Non esiste giustificazione al terrore e nessuno deve abituarsi ad esso: sarà una battaglia lunga ma le liberal democrazie hanno tutti gli strumenti per vincerla. Il “pericolo” oggi è sempre più spesso quello “interno” ovvero il rischio di rimanere travolti dalle ondate populiste, siano xenofobe e/o buoniste.

lunedì 19 dicembre 2016

Concerti di Natale delle Bande comunali a San Piero, Santa Sofia e Galeata

Quest'anno farò ben 3 "concerti di Natale", con tre bande (non contemporaneamente): Santa Sofia, Bagno di Romagna e Galeata.
Si comincia venerdì 23 dicembre ore 20.30 al Teatro Mentore di Santa Sofia (FC) con il corpo Bandistico Roveroni. 
A San Piero con la Banda Santa Cecilia sarà al Teatro Garibaldi il 28 dicembre alle ore 20.30.
Si chiuderà il 6 gennaio con la Banda Albertini di Galeata al teatro comunale.

Nel video, una "giovanissima" banda Santa Cecilia nel concerto di Natale 1994