sabato 11 marzo 2017

Forze dell'Ordine, cittadini e l'utilizzo legittimo delle armi


L'utilizzo legittimo delle armi è, in Italia, una norma prevista per il Pubblico Ufficiale, userò quindi il termine in senso generico, non solo con riferimento ai P.U.
I recenti fatti di cronaca chiedono una riflessione che anche il legislatore e il sistema giudiziario dovrebbero affrontare, poiché quando una tematica ampia, quale è quella della sicurezza, comincia a creare disagi diffusi tra i cittadini, la tematica va affrontata, senza cattivismo populista ma pure senza buonismo radical chic.
Dal mio punto di vista la questione non è tanto in termini di utilizzo legittimo delle armi dei privati cittadini (che dovrebbe essere molto limitato), ma di quello delle Forze dell'Ordine: in quest'ultimo ambito le norme e le sentenze appaiono in taluni casi carenti, non permettendo così agli operatori di lavorare in modo sicuro ed adeguato. Nessuno vuole il "far west" per le FFOO, ma neanche che possano essere in posizione di possibile svantaggio nei confronti di chi delinque e minaccia la loro e/o altrui incolumità. 
PS chi ha fatto formazione nelle FFOO, ben sa come insegnino come un mantra la pericolosità del'utilizzo delle armi e il fatto che l'uso debba essere sempre l'estrema ratio, ma quando si è in una situazione di pericolo e si hanno pochi secondi per decidere, non è mai facile. Molto più semplice sentenziare, ma bisognerebbe essere lì nel momento del pericolo per capire cosa si provi.