sabato 13 maggio 2017

Bagno di Romagna in rosa, un Giro entusiasmante

(Montanino, Bagno di Romagna. Foto di Carlo Bech Barchi)

Sarò di parte, poiché in questi luoghi ci sono nato, ma lo spettacolo e l'entusiasmo che stanno mettendo i cittadini per l'arrivo del Giro d'Italia a Bagno di Romagna è qualcosa di unico ed emozionante.
Seguo il ciclismo da oltre 30 anni, da bambino mio babbo Edo mi portava a vedere le corse, ho anche gareggiato tra le categorie giovanili, ho visto tutti i Giri d'Italia, tutti i Tour de France, le classiche i mondiali, dagli anni '80 ad oggi. Ricordo bene anche quando Marco Pantani da juniores vinse la Forlì-Montecoronaro, ero sul percorso. Raramente mi è capitato di vedere un tale entusiasmo: da Santa Sofia a Verghereto-Balze, da San Piero a Bagno di Romagna, numerosissimi cittadini hanno dato il meglio di sé per questo grande evento che arriverà nei nostri territori e, ne sono certo, entrerà nella storia di questi luoghi. Lungo tutto il percorso non c'è luogo dove non ci sia qualcosa, tantissima inventiva, tantissimo amore per il proprio territorio. Stamattina ho fatto il Carnaio con un gruppo di ciclisti di Forlì, erano estasiati nel vedere tutte le cose che erano state realizzate lungo il percorso.
Questo territorio, la sua gente, è più viva che mai, i cittadini lo stanno dimostrando. Questo territorio avrà un grande futuro se continueremo a lavorare tutti assieme in modo sinergico. Questo territorio ha un grande capitale umano e il suo futuro, parafrasando il Giro, è "Rosa".