mercoledì 5 luglio 2017

La Lama in Mountain bike


Oggi uscito dal lavoro ho approfittato della bella giornata per tornare nei...luoghi di lavoro. Eh si poiché frequento molto il Parco nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna nel mio tempo libero. Cosicché oggi sono partito da Ridracoli e ho fatto varie foto, sia ai panorami che ad alcuni "lavori". Faccio sempre foto e/o video durante le mie uscite in bici, alcune di queste mi servono per lavoro, altre le pubblico sperando di poter fare un po' di "promozione" per il nostro territorio. 


Oggi andando nella magnifica Foresta della Lama passando da Casanova dell'Alpe e Siepe dell'Orso, ho approfittato per fotografare i cartelli dei sentieri MTB che abbiamo progettato e recentemente installato. I cartelli presentano una stilizzazione di una bicicletta in modo da renderli maggiormente riconoscibili rispetto a quelli per gli escursionisti a piedi. Sono stati inoltre incrementati poiché, in fase di progettazione, abbiamo ritenuto che chi percorre le piste forestali in bici, pur nei limiti della prudenza, lo fa a una velocità maggiore di chi va a piedi e quindi i cartelli potrebbero risultare meno visibili.


La pista forestale della Lama è una delle più belle d'Italia e magnifica da fare in bicicletta. Oggi, visto l'orario (tardo pomeriggio), pensavo di essere "da solo" invece ho incontrato qualche altro ciclista (peraltro, conosciuto). Ma alla Lama sono stato una ventina di minuti da solo e, oltre alle foto, ho registrato i "suoni della foresta": il vento, lo scorrere dell'acqua, il canto degli uccelli, lo scricchiolio delle piante. La foresta è sempre molto affascinante.


La passione per la bicicletta (prima dell'incidente andavo anche a camminare ma ora non mi è più possibile), mi permette di frequentare molto il Parco al di fuori dell'orario di lavoro. E non mi stanca mai. Il Parco è grande e, se la salute me lo permetterà, continuerò a girarlo ancora per tanto tempo con la mia bicicletta