mercoledì 25 ottobre 2017

Pensioni e spostamento in avanti dell'età pensionabile


Il sistema pensionistico contributivo si basa sui contributi versati nell'arco della vita lavorativa i quali, raggiunta l'età pensionabile, con dei coefficienti di rivalutazione diventeranno la nostra pensione.
Nel sistema italiano c'è un automatismo che lega l'età pensionabile con l'aspettativa: più quest'ultima aumenta, più avanti si sposta l'asticella dell'età pensionabile.
La questione pensioni è complessa, riguarda una delle principali voci del bilancio pubblico italiano, non esiste una soluzione semplice, entrano in campo inoltre scelte politiche del passato, legate al sistema retributivo, ai baby pensionamenti, eccetera. Però una cosa ritengo vada evidenziata: se si sposta in avanti l'età pensionabile, si tengono al lavoro un determinato numero di persone "anziane" e nel contempo si rischia di limitare l'ingresso nel mondo del lavoro ai giovani. Anche qui il discorso è complesso e non così "automatico" però il rischio quale sarebbe: che il monte contributivo non riesca comunque mai a soddisfare appieno l'autosostenibilità del sistema pensionistico. Aumenta l'aspettativa di vita sì, ma le persone entrano nel mondo del lavoro dopo rispetto a un tempo: alla fine gli anni che vanno a determinare il monte contributivo, saranno presumibilmente gli stessi, ma maturati in una fascia di età diversa (più "anziana"). Se un tempo ad esempio si maturavano 40 anni di contributi lavorando tra i 20 e i 60 anni, il rischio è che in futuro i medesimi 40 si matureranno tra i 30 e i 70 e così via. Ovvero, non aumenterà sensibilmente il monte contributivo, aumenteranno invece sia l'età di ingresso nel mondo del lavoro che l'uscita.
Forse sarebbe il caso di ragionare soluzioni alternative tenendo conto che, probabilmente, sarà comunque necessario attingere dalla fiscalità generale (e non solo dal sistema contributivo) per pagare le pensioni. 
Pensare di avere persone più anziane al lavoro, rischiando così di lasciare fuori una parte di quelle giovani, non sembra una soluzione ottimale da perseguire.