sabato 15 aprile 2017

In MTB sul Monte Comero, aspettando il Giro d'Italia

Oggi assieme a Tizzy abbiamo fatto il giro del Comero in mountain bike, partenza e arrivo proprio dove arriverà la tappa del Giro d'Italia il 17 maggio a Bagno di Romagna che sta suscitando grande entusiasmo. Molti i ciclisti oggi incontrati, sia in mountain bike che in bici da corsa.
Il giro si avvicina e molti vogliono vedere il percorso.
Ps. Domani pubblicherò il video





L'Inter regala l'Europa al Milan

(lontani ricordi interisti)

Regalo di Pasqua dell'Inter al Milan che, facendosi rimontare 2 gol di vantaggio a fine partita, con il pareggio avvenuto al 97esimo, serve su un piatto d'argento la qualificazione all'Europa League per i rossoneri. Dopo due sconfitte consecutiva, di cui una in casa e una a Crotone, arriva questo pareggio in una partita già in pugno. Per l'Inter ennesima stagione fallimentare: si chiude probabilmente qui l'esperienza di Pioli sulla panchina della squadra, così come ci si auspica anche quella di numerosi giocatori non all'altezza, non certo dell'Inter poiché l'altezza dell'Inter è quella che vediamo da 6 anni, ma di una società che abbia una qualsiasi minima ambizione. L'impressione è che per alcuni giocatori l'Inter sia una sorta di mutua, dove si guadagna bene e l'impegno da metterci è il minimo. 
Nonostante i proclami, si conferma sempre quanto dico da tempo su questa squadra: non ci sono possibilità di uscire da questo livello, bisogna abituarsi a essere una provinciale che tenta, spesso invano, di qualificarsi al turno preliminare dell'Europa League. Nel 2012 dicevo che l'Inter non avrebbe avuto possibilità di vittoria per almeno i successivi 10 anni, più probabilmente 20. Sui 10 siamo alla metà. Come detto più volte, l'unica speranza sarebbe veramente quella di puntare a vincere l'Europa League, ma pure quella appare un miraggio. 

Punire il vilipendio e coi risarcimenti migliorare le dotazioni delle Istituzioni


L'art. 290 del codice penale punisce il Vilipendio della Repubblica, delle Istituzioni costituzionali e delle Forze Armate, con la multa da 1000 a 5000€. Purtroppo quasi ogni giorno vediamo sui social network come numerose persone offendano, anche pesantemente, le Istituzioni. Ritengo sarebbe molto utile punire questi comportamenti e richiedere adeguati risarcimenti danni.
Mettiamo che tra i "leoni da tastiera" che vilipendono, se ne prendano e puniscano 100 al giorno, con 1000€ sarebbero 100.000€ al giorno, in un anno 36,5 milioni di euro, che potrebbero essere utilizzati, ad esempio, per migliorare le dotazioni delle Forze dell'Ordine, dei Tribunali, ecc. Si potrebbero istituire organismi giurisdizionali ad hoc che perseguano questo reato, le cui spese potrebbero essere sostenute con la riscossione delle sanzioni, con un giudizio semplificato e rapido.
Si risolverebbero vari problemi: dal livore del web al miglioramento delle dotazioni delle FFOO e dei Tribunali. 

venerdì 14 aprile 2017

Anche a Santa Sofia sale la febbre del Giro


Installati anche a Santa Sofia i primi striscioni che promuovono il passaggio del Giro d'Italia durante la Tappa Bartali del 17 maggio con arrivo a Bagno di Romagna.
Tra i comuni di Pratovecchio-Stia e Santa Sofia ci sarà il passaggio all'interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna che rappresenta indubbiamente quello visivamente più spettacolare e di maggiore valenza ambientale di tutta la tappa e, probabilmente, di tutto il Giro.

Valpisella, Corniolo di Santa Sofia

Valpisella, sul confine del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna, nei pressi di Corniolo di Santa Sofia (FC)

Vias animae, le strade ritrovate


Venerdì 21 aprile alle ore 10, presso la sala convegni di Romagna Acque a Capaccio di Santa Sofia

giovedì 13 aprile 2017

Valdonasso, nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna

L'area di Valdonasso, tra Corniolo e il Passo della Braccina in comune di Santa Sofia, nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna.



Bagno di Romagna: gli eventi del Giro


L'arrivo del Giro d'Italia a Bagno di Romagna il 17 maggio, sarà preceduto da vari eventi ed iniziative.

mercoledì 12 aprile 2017

Daini a San Paolo in Alpe, nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi

Numerosi daini pascolano a San Paolo in Alpe nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna, lasciandosi fotografare senza troppo timore.



I redditi 2015 del comune di Bagno di Romagna


Il numero di contribuenti nel 2013 era pari a 4.763 unità, nel 2014 pari a 4.691 unità, nel 2015 pari a 4.688 unità, con un leggero decremento nel triennio. 
Per quanto riguarda il 2015 il reddito imponibile complessivo prodotto è stato pari a 78.749.517€, nel 2014 era stato pari a 77.557.617 mentre nel 2013 pari a 78.435.060. Dopo la sensibile contrazione nel passaggio tra 2013 e 2014, c’è stata una crescita tra il 2014 e il 2015 pari a 1.191.900€ netti, con il reddito imponibile che ha superato anche i livelli di reddito del 2013 di 314.457€. 
Il reddito da lavoro dipendente nel 2015 è stato pari a 40.611.019€ in crescita rispetto l’anno precedente di 830.267€ (dato complessivo 2013 pari a 39.780.752) e in crescita anche rispetto al 2013 quando il reddito da lavoro dipendente era stato pari a 40.087.507. 
Vediamo quindi come nel comune di Bagno di Romagna ci sia stata una contrazione di reddito imponibile tra il 2013 e il 2014, mentre per il 2015 la situazione è migliorata, riportando i redditi imponibili a livelli superiori del 2013.

martedì 11 aprile 2017

I Sentieri dell'Alto Rubicone


Oggi "esco" dalla mia solita zona, per proporre un bel trailer che mi ha segnalato un amico, sui Sentieri dell'Alto Rubicone. Un video che mostra le bellezze di queste zone, dove Cesare varcando il fiume pronunciò la famosa frase: "alea iacta est". 
La Romagna, con il suo splendido territorio di mare e monti, si conferma un vero e proprio paradiso per gli escursionisti, a piedi e in bicicletta. Giusto investire sulla promozione dell'escursionismo e del cicloturismo, poiché c'è un potenziale enorme che può essere espresso.

Gli eventi nel Parco Nazionale Foreste Casentinesi nella settimana di Pasqua


Gli eventi nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna, nella settimana di Pasqua:
- sabato 15 aprile: escursioni in battello a Ridracoli;
- sabato 15 aprile: escursioni con gli asinelli a Campolombardo Pratovecchio-Stia;
- sabato 15 aprile: trekking da rifugio a rifugio tra Montone e Tramazzo (partenza Lago Ponte);
- sabato 15 aprile: escursione “la via nascosta per il Monastero” (Serravalle);
- sabato 15 aprile: vigilia di Pasqua, crepuscolo a La Verna (Chiusi);
- domenica 16 aprile: trekking da rifugio a rifugio tra Montone e Tramazzo (partenza Lago Ponte);
- domenica 16 aprile: escursioni in battello elettrico a Ridracoli;
- domenica 16 aprile: Pasqua con San Francesco a La Verna;
- domenica 16 aprile: escursioni con gli asinelli a Campolombardo Pratovecchio-Stia;
- lunedì 17 aprile: escursione ispirata il risveglio della natura (Rifugio Fangacci, Badia Prataglia);
- lunedì 17 aprile: escursioni in battello elettrico a Ridracoli;
- lunedì 17 aprile: pasquetta, un’antica isola di conchiglie trasportata in una valle magica dove i giganti avevano le loro marmitte (Corezzo);
- lunedì 17 aprile: escursioni con gli asinelli a Campolombardo Pratovecchio-Stia;
- lunedì 17 aprile: eco pedalata in e-bike (Bagno di Romagna-Ridracoli).

Maggiori informazioni su www.parcoforestecasentinesi.it sezione eventi.

lunedì 10 aprile 2017

Inter, coppa e salumiere

(tempi lontanissimi, che temo non torneranno più)

La prima partita che vidi dell'Inter allo stadio fu con il Cesena nel 1988, finì 2 a 2. Avevo 10 anni e mezzo ma ricordo varie cose di quella partita: la prima è che nei 3 minuti in cui andai a fare pipì, il Cesena pareggiò; vincevamo 2 a 0, uscii dal bagno con il risultato di 2 a 2. Ricordo Bergomi che gli ultimi minuti stava sulla fascia vicino all'uscita, col timore invasione di campo (era ultima partita di campionato in casa per il Cesena). E ricordo i tifosi del Cesena che, sulle note di Guantanamera cantavano "Dal salumiere, la coppa è dal salumiere". Eh si, eravamo stati sbattuti fuori dalle coppe anche quell'anno. Sono passati 30 anni ma per me interista, la coppa rimane impressa nella mia memoria prima dal salumiere poi, a volte e molto raramente, in bacheca.

Ps. il primo scudetto che ricordo fu nel 1989 (quello del 1980 non lo ricordo); la prima Coppa Italia nel 2005!!! La coppa Uefa nel 1991. Capito che anni ' 80 ci siamo fatti noi interisti? Ecco, si sta ripetendo tutto, forse peggio, in questa decade. 

Sampierani all'opera per il proprio paese, in attesa del Giro d'Italia

L'evento sportivo del 17 maggio 2017, il più importante nella storia del comune di Bagno di Romagna sta scaldando i cuori tra i cittadini: a San Piero sono comparse numerose biciclette colorate di rosa e addobbate con fiori, nonché striscioni. 
La risposta dei Sampierani è stata notevole, cittadini che hanno dimostrato ancora una volta di avere uno spiccato senso di comunità.







domenica 9 aprile 2017

Motogp Argentina: tante cadute, vince Vinales su Rossi


Gran premio caratterizzato dalle numerose cadute: alla prima curva Lorenzo è andato in terra, stessa sorte poco dopo per Marquez quando era in testa, poi è caduto Pedrosa mentre stava rimontando, pure uno sfortunato Dovizioso è caduto travolto da un altro motociclista.
Ha vinto Vinales su Rossi, terzo Crutchlow.
Nel mondiale Vinales a punteggio pieno. 

Giro d'Italia 2017: il valico del Fumaiolo


Il valico del Fumaiolo sarà l'ultima salita che i corridori affronteranno nella tappa del 17 maggio con arrivo a Bagno di Romagna. Dopo la Consuma, il Passo della Calla, il Passo del Carnaio, gli ultimi 4 km del Fumaiolo saranno i più duri della giornata. Gli organizzatori hanno indicato come inizio della salita il bivio dei Mandrioli, al valico saranno 23 km. Fino a Verghereto la strada sale in modo dolce, con un incremento della pendenza gli ultimi 3 km prima del centro abitato. Si scende per un paio di km per poi risalire al valico di Montecoronaro, breve discesa verso le Ville e da lì ricomincia la salita, circa 5 km fino alle Balze, con alcuni strappi che possono fare selezione. Alle Balze comincia la salita decisiva in uno scenario ambientale di notevole pregio. Arrivati al valico, giù in picchiata verso Riofreddo - Alfero, breve salita al valico dell'Incisa, poi Acquapartita, San Piero in Bagno e arrivo a Bagno di Romagna.
Nel video la salita del Fumaiolo