sabato 8 luglio 2017

Sassofratino riconosciuto Patrimonio UNESCO


La notizia era attesa ma ora c'è l'ufficialità: la Riserva Integrale di Sassofratino nel Parco nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna è stata inserita dall'UNESCO nel Patrimonio naturale Mondiale dell'Umanità.
Un riconoscimento internazionale per il nostro territorio che si aggiunge al Diploma Europeo rilasciato dal 1985.
Un grazie a tutti coloro che hanno permesso il raggiungimento di questo riconoscimento, a tutti gli abitanti del nostro Appennino e a tutti coloro che ci hanno preceduti e che da secoli mantengono questo territorio così com'è.

giovedì 6 luglio 2017

Questione migranti: Italia ed Europa


Sulla "questione migranti" l'Europa si gioca il suo futuro, non solo politico. Se si continuerà su questa strada l'Europa, i paesi che la compongono, rischiano di essere travolti politicamente e forse non solo politicamente.
La politica deve agire, non si può rimanere schiacciati tra xenofobia e buonismo radical chic che si alimentano a vicenda. La situazione rischia di giungere a un punto di non ritorno e in gioco c'è anche il futuro di tutti i cittadini dei paesi europei, a partire dal nostro. La politica deve prendere a cuore anche gli interessi e il futuro di questi cittadini, che sono e saranno i nostri figli, i nostri nipoti.
Francia e Spagna hanno detto che i loro porti sarebbero già troppo sotto pressione, ma la stragrande maggioranza dei migranti arriva nei porti italiani. I nostri, secondo l'Europa, non sarebbero sotto pressione? Già in passato l'Europa si è girata dall'altra parte su questioni socio-politiche critiche e le conseguenze sono state, come ben noto, nefaste.
La politica faccia la politica senza farsi schiacciare tra le posizioni di xenofobi e radical chic, altrimenti rischiamo un futuro di ritorno ad epoche buie.

mercoledì 5 luglio 2017

La Lama in Mountain bike


Oggi uscito dal lavoro ho approfittato della bella giornata per tornare nei...luoghi di lavoro. Eh si poiché frequento molto il Parco nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna nel mio tempo libero. Cosicché oggi sono partito da Ridracoli e ho fatto varie foto, sia ai panorami che ad alcuni "lavori". Faccio sempre foto e/o video durante le mie uscite in bici, alcune di queste mi servono per lavoro, altre le pubblico sperando di poter fare un po' di "promozione" per il nostro territorio. 


Oggi andando nella magnifica Foresta della Lama passando da Casanova dell'Alpe e Siepe dell'Orso, ho approfittato per fotografare i cartelli dei sentieri MTB che abbiamo progettato e recentemente installato. I cartelli presentano una stilizzazione di una bicicletta in modo da renderli maggiormente riconoscibili rispetto a quelli per gli escursionisti a piedi. Sono stati inoltre incrementati poiché, in fase di progettazione, abbiamo ritenuto che chi percorre le piste forestali in bici, pur nei limiti della prudenza, lo fa a una velocità maggiore di chi va a piedi e quindi i cartelli potrebbero risultare meno visibili.


La pista forestale della Lama è una delle più belle d'Italia e magnifica da fare in bicicletta. Oggi, visto l'orario (tardo pomeriggio), pensavo di essere "da solo" invece ho incontrato qualche altro ciclista (peraltro, conosciuto). Ma alla Lama sono stato una ventina di minuti da solo e, oltre alle foto, ho registrato i "suoni della foresta": il vento, lo scorrere dell'acqua, il canto degli uccelli, lo scricchiolio delle piante. La foresta è sempre molto affascinante.


La passione per la bicicletta (prima dell'incidente andavo anche a camminare ma ora non mi è più possibile), mi permette di frequentare molto il Parco al di fuori dell'orario di lavoro. E non mi stanca mai. Il Parco è grande e, se la salute me lo permetterà, continuerò a girarlo ancora per tanto tempo con la mia bicicletta

lunedì 3 luglio 2017

Paolo Villaggio nella cultura popolare

Se ne è andato Paolo Villaggio autore e attore che come pochi altri hanno raccontato in modo dissacrante ma anche malinconico e intelligente, vizi e virtù dell'italiano medio. Fantozzi è entrato nella cultura popolare, nei nostri modi di dire, probabilmente nessun altro personaggio dei film italiani ha tante battute che sono comunemente ricordate come lui. Villaggio, uomo dalla grande intelligenza, non è stato solo attore ma anche un intellettuale che ha saputo descrivere e interpretare vizi e virtù della società italiana.
Vadi ragioniere, che la terra ti sia lieve.

domenica 2 luglio 2017

La colonna sonora di Vasco

Chi è stato a un live di Vasco Rossi, sa che i suoi concerti sono qualcosa di speciale. Lo vidi a Firenze tanti anni fa. Vasco è stato la colonna sonora di tante generazioni, lo sentii la prima volta a San Remo con Vita Spericolata nel 1983, avevo 5 anni e mezzo ma lo ricordo. Quando comprai il saxofono il primo assolo che imparai fu quello di Toffee, una canzone semplice dalla sonorità molto anni '80. 
Mi capita di leggere critiche anche pesanti nei confronti di Vasco, ma chi è cresciuto con la colonna sonora delle sue canzoni sa quanto sia importante nel panorama della musica italiana e nel "sentire" di molti ragazzi e ragazze che si sono "riconosciuti" nelle canzoni di Vasco.
Vasco ha scritto alcune delle canzoni più belle del pop-rock italiano, con un linguaggio introverso ed estroverso allo stesso tempo. I suoi testi sono semplici, immediati, ma anche profondi. La sua musica è spesso particolare, con passaggi armonici e melodici tipici del Blasco.
Tante volte lo abbiamo suonato con i miei amici, sia in concerti che nelle serate al Lago dei Pontini o a Corzano, con la chitarra e il saxofono. Una colonna sonora lunga 40 anni.