lunedì 30 aprile 2018

Brevi considerazioni sull'Inter e il campionato

(immagini di tempi oramai lontani)

Non voglio discutere degli episodi di una partita, di quanto successo negli ultimi 8 anni, degli errori di una squadra che ha come obiettivo da 7 stagioni la "sola" qualificazione Champions e l'ha puntualmente mancata. Dico una cosa: la smettiamo di avere come obiettivo stagionale la qualificazione Champions e proviamo a vincere qualcosa? (che poi è l'obiettivo in tutti gli sport). La Coppa Italia è così impossibile da conquistare? L'Europa League è così impossibile da conquistare? Ho controllato l'albo d'oro, se non mi sbaglio questo è il periodo più "buio" della storia dell'Inter per quanto riguarda i "successi" nelle varie competizioni, fatta esclusione del periodo bellico. Proviamo ad avere come obiettivo il prossimo anno la conquista della coppa Italia visto che pure il Milan è riuscito ad arrivare in finale? 
Altrimenti tutti gli anni, da qui all'eternità, sarà sempre la solita storia: ogni anno dal 2011 scrivo un post in cui, analizzando la squadra che comincia il campionato, dico che l'obiettivo qualificazione Champions verrà mancato. Lo dico tutti gli anni, anche quando l'Inter è (era) prima in classifica e alcuni tifosi si esalta(va)no. Non si tratta di gufare, mi di guardare in faccia alla realtà, al livello di questa squadra da 8 anni. E se troviamo altri alibi, di anni ce ne saranno altri 8 e poi altri 8 e o ancora.
Nel 2010 furono fatte scelte societarie, dal mio punto di vista, errate: in particolare i rinnovi a calciatori che erano a fine carriera e andavano ceduti, incassando e facendo degli investimenti mirati per il futuro, nonché risparmiando sugli stipendi. Avremmo potuto risanare la situazione debitoria, sapendo che le regole del Fair Play Finanziario sarebbero entrate in vigore a breve. Si poteva scegliere di costruire una squadra giovane, accettando si stare un paio di anni senza vincere, invece non vinciamo da 8 anni e l'impressione è che la storia andrà avanti così ancora per tanto tempo.
Nel 2011, alla luce delle considerazioni di cui sopra, dissi che l'Inter non avrebbe vinto nulla per i successivi 10 anni, che sarebbero potuti diventare altri 10 se si fosse continuato a fare certe scelte societarie. I primi 10 anni sono praticamente passati, vediamo se arriveranno pure gli altri 10.