venerdì 27 aprile 2018

Un po' di chiarezza politico-istituzionale


Negli ultimi anni si è fatta parecchia confusione sulla formazione dei governi in Italia sebbene la Costituzione sia molto chiara nel disciplinarne la formazione (artt. 92-96).
Non esiste e non può esistere nessun Governo eletto direttamente dal popolo in Italia, ciò dovrebbe essere un fondamento politico chiaro, eppure continuiamo a sentir dire "governo non eletto dal popolo". Non siamo una Repubblica Presidenziale ma Parlamentare, il governo si forma in Parlamento con apposite maggioranze e il Presidente del Consiglio viene nominato dal Presidente della Repubblica.
Non sta scritto da nessuna parte, tantomeno in Costituzione, che i partiti possano indicare in forma vincolante chi debba essere il Presidente del Consiglio, nonostante la pratica di "indicare" il proprio candidato premier si è oramai diffusa da varie elezioni, ma non ha alcun fondamento costituzionale.
Appare chiaro che alle scorse elezioni politiche non ci sono stati vincitori ma partiti e coalizioni che hanno preso più o meno voti senza però raggiungere maggioranze parlamentari "indipendenti", è inutile e politicamente non corretto continuare a sostenere il contrario ("abbiamo vinto noi...no noi").
Purtroppo la politica sta alimentando, anche tra i cittadini, questa poca chiarezza politico-istituzionale, che andrebbe invece fatta.